Lanciato Mega.co.nz, torna Kim Dotcom

Internet non si ferma davanti a (quasi) nessuno. Ricordate Megaupload? Megaupload è il sito che, fino a qualche tempo fa, offriva storage online gratuito, o per pochi euro al mese e che venne messo offline poco più di un anno fa per conto dell’FBI poichè ritenuto illegale. Ma Megaupload, o meglio il suo successore, non ha tardato, e ad un anno dalla messa offline, è tornato nel web con un indirizzo estero.

Megaupload è davvero un pezzo di storia internettiana: si basti pensare che le stime fatte dalle autorità americane all’epoca parlarono di 150 milioni di utenti registrati, e più di 50 milioni di visite giornaliere – praticamente il 4% del traffico internet a livello globale. Non male per un sito di file sharing, che faceva capo inoltre a Megavideo, sito conosciutissimo per lo streaming live di video e MegaPorn, sito altrettanto “conosciuto”.  Proprio a causa della sua popolarità, però, i mega-siti furono ritenuti una minaccia da case discografiche e case di produzione cinematografica e di entertainment, in quanto i contenuti condivisi erano perlopiù telefilm, film e brani musicali soggetti a copyright. Per questa ragione nel Gennaio 2012, il sito fu messo sotto sequestro, e il proprietario Kim Schmitz, conosciuto come Kim Dotcom, fu arrestato insieme a dei collaboratori dei siti. Nell’Aprile dello stesso anno, però, Kim e i suoi vennero rilasciati per un vizio di forma nel processo (si disse infatti che l’ FBI non aveva elementi sufficienti per procedere con l’arresto e il sequestro dei beni), e non appena liberi, fecero sapere che sarebbero tornati anche più forti di prima.

E poco meno di un anno dopo, eccoli: “più grandi, migliori, più veloci, più forti e più sicuri” recita a caratteri cubitali l’home page di Mega. Co.Nz, il nuovo nato nella famiglia Mega. Una bella vittoria per i paladini della battaglia della liberalizzazione dei contenuti online. Ci si chiede quanto potrà durare prima di fare arrabbiare qualcun’altro…

Questa voce è stata pubblicata in Informatica, News Tecnologia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>