Spotify in Italia, finalmente!

Arriva in Italia da Febbraio 2013, in concomitanza con il Festival di Sanremo, Spotify, il servizio in streaming musicale on demand conosciuto e amato da tutto il mondo. Spotify fu lanciato nel 2008 a Stoccolma, e da allora si è esteso in moltissimi paesi del mondo, tra cui Australia, Austria, Belgio, Danimarca, Isole Faroe, Finlandia, Francia, Germania, Paesi Bassi, Norvegia, Nuova Zelanda, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito e negli Stati Uniti!

Ma cos’è Spotify? Spotify è un servizio davvero utile e rivoluzionario per la fruizione dei contenuti musicali. In breve, una volta scaricato il software di spotify gratuitamente, sarete in grado di cercare pressochè qualsiasi canzone, sia italiana, sia straniera, in commercio e di ascoltarla gratuitamente con qualità ottimale. E’ un po’ come cercare le canzoni preferite su YouTube, con il vantaggio che la qualità è decisamente migliore e consistente per tutti i brani.

Spotify è offerto in tre versioni – Free, gratuito, con disponibilità di streaming di canzoni illimitato per i primi sei mesi e di un massimo di dieci ore mensili dopo il primo semestre e annunci pubblicitari tra canzone e canzone; Unlimited, a €4,99 al mese, che toglie i messaggi pubblicitari e rende lo streaming illimitato per sempre: e Premium che oltre a streaming illimitato senza pubblicità, offre la possibilità di utilizzare il proprio account spotify, e quindi permette l’ascolto di musica, da qualsiasi dispositivo sia fisso che mobile.

Sebbene c’è qualcuno che storca il naso all’idea di dover pagare per qualcosa che può già fare (seppure in maniera mediocre, con Youtube), c’è da dire che la cifra è davvero esigua se si pensa che il catalogo di Spotify è enorme – sono infatti circa 15 milioni le canzoni disponibile all’ascolto su questa piattaforma davvero innovativa. Il consiglio è di provare la versione Free per i primi sei mesi – vedrete, non riuscirete più a farne a meno!

Questa voce è stata pubblicata in News Tecnologia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>